Integratori alimentari: che cosa sono e a che cosa servono?

Stanchezza, spossatezza, stress: quante volte hai pensato di affidarti agli integratori per lenire alcuni di questi malesseri e sentirti meglio? Gli integratori alimentari – che si presentano in forma di compresse, capsule o fialoidi- sono prodotti caratterizzati da una concentrazione di sostanze ad effetto “fisiologico”, come vitamine e minerali, ma anche aminoacidi e fibre. Nati per integrare la dieta comune (non sostituirla!), sono stati pensati per favorire l’assunzione di determinati principi nutritivi o per ridurre i fattori di rischio di malattia ma, a differenza dei farmaci, non hanno effetti di cura. Ora in commercio ne sono disponibili di tantissimi tipi, classificati a seconda del fabbisogno dell’organismo. Il pericolo? Che il paziente ne faccia un uso inappropriato, senza valutare i possibili rischi: ecco perché il Ministero della Salute ha pubblicato di recente un “decalogo” a cui affidarsi per un consumo consapevole di questi prodotti.

Integratori, il decalogo del Ministero della Salute

Riassumiamo di seguito, per praticità, i 10 consigli forniti dal Ministero della Salute per un corretto utilizzo degli integratori (potrai, comunque, scaricare qui il decalogo completo):

  1. Una dieta sana ed equilibrata fornisce tutto ciò di cui l’organismo necessita; non cadere, quindi nella convinzione, erronea, di poter “compensare” con l’assunzione di integratori gli effetti negativi di eventuali comportamenti sbagliati.
  2. Accertati che quell’integratore risponda davvero ai tuoi bisogni e non superare la dose giornaliera raccomandata.
  3. Leggi per intero l’etichetta, che contiene informazioni importanti a proposito di modalità di uso e conservazione, nonché agli ingredienti presenti, anche in considerazione
    di eventuali intolleranze o allergie.
  4. Se non sei in buona salute o stai assumendo farmaci, chiedi consiglio al tuo medico di famiglia.
  5. Se sei in gravidanza o stai allattando, consulta il medico. Se stai pensando di far assumere integratori al tuo bambino, senti prima il pediatra.
  6. Non pensare che l’integratore sia sicuro solo perché naturale! Non sottovalutare possibili effetti indesiderati.
  7. Gli integratori nascono con l’obiettivo di contribuire al benessere, non possono in alcun modo sostituirsi ai farmaci in caso di malattie.
  8. Riduzione del peso: integratori pensati a questo scopo possono avere soltanto un effetto secondario. Per dimagrire riduci l’apporto calorico della tua dieta e fai movimento!
  9. Gli integratori per sportivi possono essere assunti tenendo comunque a mente il tipo di sport praticato, la sua intensità e durata, nonché le specifiche condizioni individuali.
  10. Diffida da prodotti le cui proprietà pseudo-miracolose vengono millantate su Internet: chiedi sempre consiglio al tuo medico!

In apertura: foto tratta da Pixabay.com, @LaChrome

Segui #lepilloledicittadinanzattiva

#lepilloledicittadinanzattiva