Carenza vaccini antitetanici, un’emergenza a cui porre rimedio

Per diversi mesi l’antitetanica è risultata difficilmente reperibile in Italia, tanto da costringere l’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) a dare le autorizzazioni per le importazioni in deroga dall’estero. L’allarme irreperibilità è stato percepito e denunciato anche da Cittadinanzattiva, che a seguito delle molte segnalazioni ricevute dai cittadini sulla carenza di vaccini antitetanici e immunoglobuline antitetaniche ha deciso chiedere ulteriori spiegazioni all’AIFA, denunciando il grave disservizio per i cittadini e chiedendo una pronta risoluzione del problema.

La risposta di AIFA

E’ firmata 4 aprile 2018 la lettera di risposta giunta da AIFA, che qui potete leggere integralmente: Carenza_vaccini_antitetanici_risposta_AIFA

Cosa fare ora?

Tuttavia, il problema non appare ancora risolto in via definitiva. Come sottolineato da Tonino Aceti, coordinatore di Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del Malato, la risposta di AIFA non è del tutto esaustiva; per questo Cittadinanzattiva chiede a tutti i cittadini-pazienti di continuare a segnalare eventuali ulteriori problemi riscontrati, in modo che l’associazione possa continuare nella sua attività di tutela.

In apertura: foto tratta da Pixabay.com, @whitesession