Ascensori nelle case popolari, una vera necessità

A Cittadinanzattiva sono giunte lamentele di persone che non riuscivano ad accompagnare fuori di casa i loro familiari anziani o con problemi motori, in quanto ostacolati dalle scale dei palazzi di edilizia residenziale pubblica in cui abitavano, che sono spesso sprovvisti di ascensore. Un problema reale e urgente, tanto per gli anziani quanto per le persone disabili che vivono nelle case popolari, a cui abbiamo dato voce in numerose occasioni pubbliche.

La lodevole iniziativa della Regione

Finalmente la Regione ha dato ascolto ai cittadini e alle associazioni che ne sono i portavoce, stanziando due milioni di euro per il 2018 e altrettanti per il 2019 per installare ascensori e montascale nelle case popolari della Regione, dove abitano molte persone con oltre 65 anni di età e problemi di mobilità.

La mancanza di ascensore, un problema a cui porre rimedio

La Regione stima che siano almeno 40.000 gli anziani in Regione che non possono uscire di casa a causa delle scale, per cui l’ascensore non può più essere considerato un bene di lusso ma una vera necessità per espletare le attività quotidiane, per combattere la solitudine e favorire la socialità.

Quando uscirà il bando?

Il bando per poter iniziare i lavori dovrebbe uscire entro l’estate; sarà la Regione a pagare la quasi totalità delle opere di adeguamento che includeranno anche la rimozione di barriere architettoniche all’interno degli appartamenti e negli spazi comuni.
Non possiamo che plaudire all’iniziativa!

In apertura: foto tratta da Pixabay.com, @geralt