Legge 104, chi riguarda e cosa riguarda

La legge n.104/92 – più nota semplicemente come “legge 104”– è una importante legge quadro studiata per favorire l’inserimento lavorativo, l’autonomia e l’integrazione delle persone disabili. Tra le agevolazioni previste dalla legge 104, approfondiremo ora l’aspetto legato ai permessi e ai congedi retribuiti di cui possono usufruire sia i disabili sia i loro parenti o affini.

A chi spettano i permessi della legge 104?

I permessi retribuiti previsti dalla legge 104 possono essere richiesti al proprio datore di lavoro, sia pubblico che privato, da ogni lavoratore disabile grave inquadrato con contratto individuale di lavoro dipendente, anche part-time (esclusi, invece, i lavoratori autonomi) e dai loro genitori lavoratori dipendenti (madre e/o padre biologici, ma anche adottivi o affidatari di figli disabili in situazione di gravità) o coniugi conviventi.

I parenti o affini dei lavoratori dipendenti entro il 2° grado di parentela possono richiedere i permessi della legge 104 a patto che convivano con la persona disabile, così come i parenti o affini entro il 3° grado, purché i genitori o il coniuge della persona disabile abbiano oltre i 65 anni o si sia verificata la morte o ancora siano subentrate patologie invalidanti degli altri soggetti sopracitati.

Permessi e congedi, quale durata?

I permessi retribuiti sono concessi ai lavoratori in situazione di disabilità grave nella misura 1 o 2 ore al giorno a seconda del proprio orario di lavoro o, in alternativa, di 3 giorni al mese (anche, eventualmente, frazionabili in ore). Esistono anche permessi riservati ai genitori di figli disabili in situazioni di gravità, qui meglio descritti.

I familiari di persona con handicap grave – coniuge o figlio convivente, ad esempio – possono usufruire inoltre di un congedo retribuito della durata massima di due anni nel corso della propria vita lavorativa. Anche in questo caso è possibile il frazionamento in singole giornate; è importante ricordare, infine, che l’indennità per il congedo straordinario corrisponde alla retribuzione ricevuta nell’ultimo mese di lavoro che precede il congedo.

Come fare domanda?

Per richiedere le agevolazioni previste dalla legge 104 è possibile presentare domanda online all’INPS attraverso il servizio dedicato; in alternativa potete chiamare il contact center al numero 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164 164 da rete mobile. Non avete dimestichezza con le pratiche burocratiche o siete in difficoltà a presentare domanda? Nessuna paura: può aiutarvi Cittadinanzattiva!

Potete trovare maggiori informazioni relative ai congedi sul sito dell’Inps.

In apertura: foto tratta da Pixabay.com, @CQF-avocat

Segui #lepilloledicittadinanzattiva

#lepilloledicittadinanzattiva