Il 29 settembre Giornata mondiale per la prevenzione cardiaca

Quest’anno, la giornata mondiale ha per slogan “Heart Choices NOT Hard Choices” è creare “ambienti salutari per il cuore”. L’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) sottolinea, infatti, la necessità di ridurre a tavola il consumo di sale, responsabile, ogni anno, di circa circa 2 milioni e mezzo di morti per malattie cardiovascolari.

Perché è importante ridurre il consumo del sale?

L’Oms stima che una riduzione del 30% del consumo globale di questo condimento entro il 2025 potrà salvare milioni di vite da malattie cardiache, ictus e disturbi correlati. E’ questo uno dei 9 obiettivi globali fissati dall’Organizzazione mondiale della sanità contro le malattie non trasmissibili.

L’importanza della prevenzione per tutelare la salute del cuore

In Italia solo il 38% delle persone ad alto rischio cardiovascolare conosce la propria condizione ed è, dunque, in grado di attuare concretamente comportamenti e stili di vita adeguati. La consapevolezza, in questo caso, è fondamentale così come lo sono le abitudini, che possono modificare positivamente un’eventuale predisposizione. C’è tuttavia un dato positivo: l’informazione sul tema e la prevenzione hanno iniziato a fare breccia, visto che i tassi di mortalità per le malattie cardio-cerebrovascolari, tra cui infarto, scompenso e ictus, si sono ridotti di oltre il 35% negli ultimi 11 anni. Per questo, bisogna spingere ancora di più sulla prevenzione come arma per combattere queste patologie.

In apertura: foto tratta da Pixabay.com, @mohamed_hassan

Segui #lepilloledicittadinanzattiva

#lepilloledicittadinanzattiva