Asili nido, via alle domande per il bonus

E’ stata pubblicata sul sito dell’Inps la circolare n.27 del 14 febbraio 2020 che regolamenta la presentazione delle domande per il contributo per gli asili nido per l’anno 2020.
La circolare precisa che è previsto un importo complessivo di 520 milioni per il bonus,
che verrà concesso “secondo l’ordine cronologico di presentazione telematica della domanda“.

ll contributo può essere utilizzato:
a) per il pagamento delle rette per la frequenza di nidi pubblici e privati autorizzati;
b) per finanziare forme di supporto presso la propria abitazione per quei bambini, al di sotto dei tre anni, affetti da gravi patologie croniche.

Qual è l’importo del bonus?

L’importo del bonus nido 2020 è il seguente:
3000 € per le famiglie con redditi ISEE fino a 25mila euro;
2500 € per le famiglie con redditi ISEE fino tra 25mila euro e 40mila euro;
1500 € per le famiglie con redditi ISEE oltre i 40mila euro.

Come richiederlo

Il bonus nido può essere richiesto sia online (tramite il servizio on line dedicato, accessibile direttamente dal cittadino in possesso di un PIN INPS dispositivo, di una identità SPID o di una Carta Nazionale dei Servizi (CNS) per l’accesso ai servizi telematizzati dell’Istituto), sia tramite patronati o chiamando il Contact Center INPS.

Il servizio di consulenza di Cittadinanzattiva

Ricordiamo che Cittadinanzattiva, sull’argomento che riguarda i nidi comunali, mette a disposizione il suo servizio di consulenza gratuito al numero 06 3671 8040 (disponibile il lunedì dalle 14:30 alle 17:30, il mercoledì e il venerdì dalle 10 alle 13), che si svolge nell’ambito del progetto “Consapevolmente consumatore, ugualmente cittadino”, finanziato dal Ministero dello sviluppo economico ai sensi del DM 7 febbraio 2018.

In apertura: dettaglio dell’opera “Mother and Crying Baby” di Alice Pike Barney, Smithsonian American Art Museum (tratta dal sito Si.edu)

Segui #lepilloledicittadinanzattiva

#lepilloledicittadinanzattiva