acqua-rubinetto-1764x700

Cari cittadini,

attenzione siete ancora in tempo per presentare la domanda per il bonus idrico fino al 30 novembre 2015.

Vi riportiamo qui di seguito, brevemente, alcune informazioni utili in merito al “bonus idrico”, perché sapere è la prima arma del consumatore per tutelare i propri diritti. Sempre allo stesso fine, qualora vogliate saperne di più, alleghiamo il “regolamento agevolazioni tariffarie alle utenze deboli del servizio idrico integrato”.

Le agevolazioni economiche sulla tariffa del servizio idrico integrato in base al valore Isee del nucleo familiare sono previste dall’’ATERSIR (Agenzia Territoriale dell’Emilia Romagna per i Servizi Idrici e Rifiuti.

L’agevolazione concessa sarà applicata direttamente sulla bolletta del Servizio Idrico.

La domanda per il bonus idrico può essere presentata da tutti gli utenti domestici che abbiano un contratto di fornitura diretto o condominiale, se in possesso di un indicatore ISEE inferiore o uguale a 10.000 €.

È ammessa una sola domanda per nucleo familiare.

Vengono individuate due distinte categorie di beneficiari:
– gli utenti domestici diretti, ovvero gli utenti finali titolari di un contratto di fornitura del servizio idrico integrato;
– gli utenti domestici indiretti, ovvero gli utenti finali non titolari di un contratto di fornitura del servizio idrico integrato (nel caso di forniture condominiali o comunque plurime con un unico contatore centralizzato).
Alla domanda devono essere obbligatoriamente allegati:

  • una Copia delle fatture del servizio idrico (bolletta dell’acqua) relativa all’anno in corso;
  • l’attestazione ISEE rilasciato ai sensi del D.P.C.M. 5 dicembre 2013 n. 159;
  • per i cittadini extracomunitari copia del permesso / carta di soggiorno per tutti i componenti del nucleo familiare, in corso di validità o documentazione comprovante l’avvenuta richiesta di rinnovo;
  • una copia fotostatica di un proprio documento d’identità in corso di validità.

Le agevolazioni per gli utenti aventi i requisiti richiesti dal regolamento sono previste nella misura massima di:
60 € per ogni componente del nucleo familiare (fino ad un massimo di 8 componenti) in presenza di un indicatore ISEE minore o uguale a 2.500 €
40 € per ogni componente del nucleo familiare (fino ad un massimo di 8 componenti) in presenza di un indicatore ISEE maggiore di 2.500 € e minore o uguale a 10.000 €.
ATERSIR si riserva la facoltà di rideterminare gli importi previsti nel caso in cui le domande presentate non trovino copertura nel fondo.

L’erogazione del contributo avviene nell’anno successivo a quello di presentazione della domanda.
Per gli utenti domestici diretti, l’agevolazione sarà riconosciuta come una deduzione dalla bolletta.
Per gli utenti domestici indiretti, il Gestore dedurrà dalla bolletta intestata al titolare del contratto d’utenza un importo pari all’agevolazione riconosciuta. In caso di bolletta di importo inferiore a quello del contributo, il Gestore dedurrà dalle successive bollette il valore residuo da rimborsare.

scarica il regolamento agevolazioni tariffarie alle utenze deboli del servizio idrico integrato

Segui #lepilloledicittadinanzattiva

#lepilloledicittadinanzattiva