ISF_rid

La collaborazione iniziata da più di un anno tra Cittadinanzattiva ER e Informatici Senza Frontiere (ISF) é stata ufficializzata in Emilia Romagna con la firma di una Convenzione grazie alla quale ogni iscritto a ISF che lo voglia e ne faccia richiesta è aderente a Cittadinanzattiva ER e può usufruire gratuitamente di tutti i servizi che l’associazione offre. É questa la naturale conseguenza di un anno di collaborazione che ci ha portato a realizzare interessanti progetti insieme. Progetti utopici, complessi, ma coinvolgenti e ricchi di risultati positivi.

Tutto è nato dall’incontro casuale, in un ufficio della Regione Emilia Romagna, che ho avuto con Franco Visentin, racconta Anna Baldini, per progettare un generico corso di alfabetizzazione informatica da tenersi a Castelfranco Emilia. Quello era l’amo che la Regione Emilia Romagna aveva lanciato perché noi abboccassimo per proporci di fare un corso di alfabetizzazione informatica per minori richiedenti asilo non accompagnati. E noi abbiamo abboccato. E il corso si é fatto presso la sede di Cittadinanzattiva di Bologna. E Franco Visentin ed io abbiamo insegnato l’abc dell’informatica a dodici giovanottoni africani che non conoscevano una parola di italiano o di altra lingua nota ai più, e nemmeno le più elementari nozioni di informatica. Ce l’abbiamo fatta! Oggi, a distanza di un anno, alcuni di questi ragazzi, grazie a quello che gli abbiamo insegnato, hanno un profilo facebook, sanno inviare mail, usano correntemente whatsapp, gestiscono un account google con tutte le diverse applicazioni che contiene.

Anche i due corsi di alfabetizzazione informatica fatti a Castelfranco Emilia, a persone adulte questa volta, hanno prodotto ottimi risultati in termini di partecipazione (circa cinquanta allievi) e di rapporto con la collettività. Alla fine del corso è stata regalata al preside dell’istituto che ha messo a disposizione i locali un’aula di informatica con venti postazioni.

Ma interessanti sono state altresì le iniziative organizzate da ISF a cui ho partecipato e che mi hanno dato la possibilità di collaborare con volontari motivati, competenti e disponibili. Insieme a loro ho contribuito a realizzare corsi di alfabetizzazione informatica per le detenute del carcere di Bologna e per i ragazzi detenuti nel carcere minorile del Pratello sempre a Bologna.

In questa ottica, siamo disponibili a continuare a progettare iniziative congiunte per il futuro, qui in Emilia Romagna. Ma anche a pensare ad una collaborazione da realizzare a livello nazionale, e ad estendere la convenzione anche alle altre regioni.


Iscriviti alla nostra newsletter e non perdere alcuna novità!