Comunicato Stampa                                                       Bologna, 20 ottobre 2018
Cittadinanzattiva Emilia Romagna su avvio procedimento disciplinare contro Assessore regionale alla sanità: molto preoccupati

 

Siamo oltremodo preoccupati di fronte all’azione avviata dal Presidente dell’Ordine dei Medici di Bologna nei confronti dell’Assessore alla Sanità della Regione Emilia Romagna.

Siamo fermamente convinti che le funzioni di tutti gli Ordini delle professioni sanitarie siano a garanzia del diritto alla salute dei cittadini; che esistano forme e modi per interloquire con la Regione su decisioni della stessa, e che evidentemente non possano essere quelli messi in campo in questa vicenda dall’Ordine dei Medici di Bologna; che lo scontro tra parti coinvolte in un percorso congiunto a favore dei cittadini non giovi a nessuno. Così come che tutte le professioni sanitarie abbiano competenze che vanno valorizzate di più e meglio, per svolgere i compiti che la legge attribuisce loro e che gli ordini professionali rischiano di venire meno alla loro funzione, minando anche la loro credibilità agli occhi degli assistiti, quando invadono campi che non sono di loro pertinenza.

Auspichiamo quindi che questa dicotomia si sani una volta per tutte a vantaggio dei cittadini e di tutte le professionalità coinvolte.