#IoEquivalgo a Bologna

Farà tappa a Bologna, il prossimo 26 settembre, in via del Lavoro angolo via Vezza, dalle ore 10:30 alle ore 16:00, il villaggio di “Ioequivalgo”, la campagna di informazione sui farmaci equivalenti promossa da Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato, con il sostegno non condizionato di Assogenerici.

Saranno presenti, oltre ai referenti locali e nazionali di Cittadinanzattiva, anche medici di famiglia, farmacisti ed infermieri che forniranno ai cittadini consigli, raccomandazioni ed indicazioni pratiche. Sono previsti, inoltre, ulteriori momenti ludici e di intrattenimento del pubblico.

L’iniziativa, che ha preso il via lo scorso anno, ha raggiunto nel corso del 2016 importanti numeri: 12 città e 15mila cittadini raggiunti nelle tappe; 90mila gli utenti che hanno visitato il sito internet dedicato www.ioequivalgo.it; 4600 like alla pagina Facebook; 165mila visualizzazioni del videospot su Youtube e Facebook; 5670 download della App dedicata, per avere informazioni sul prezzo dell’equivalente corrispondente al farmaco di marca.

La campagna, che quest’anno raggiungerà dieci città fra settembre e ottobre facendo tappa in diverse regioni da nord a sud del Paese, si rinnova con un’estensione alle comunità straniere, grazie alla traduzione dei materiali di informazione in sette lingue, oltre all’italiano: inglese, arabo, francese, spagnolo, bengalese, tigrino, cinese.

Questi gli obiettivi di #IoEquivalgo:

  • favorire la conoscenza dei farmaci “generici”;
  • informare i cittadini e fornire loro un’opportunità di scelta consapevole e informata, a vantaggio della sostenibilità economica delle famiglie;
  • promuovere ulteriormente la trasparenza sulle politiche dei prezzi;
  • segnalare come il ricorso all’equivalente rappresenti uno strumento fondamentale per la riduzione della spesa farmaceutica italiana e quindi per la sostenibilità del SSN;
  • ridurre gli sprechi da mancata aderenza terapeutica, dovuta all’interruzione delle cure per difficoltà economiche, garantendo così un più alto livello di salute della popolazione.

Per Cittadinanzattiva Emilia-Romagna è l’inizio di un percorso virtuoso, pensato e costruito insieme ad altre realtà del territorio. A Bologna, in particolare, sono state coinvolte numerose associazioni locali che offrono servizi ad anziani, migranti e fasce deboli della popolazione, in modo che le informazioni possano raggiungere, innanzitutto, chi fa maggiormente uso di farmaci equivalenti.

Alla campagna collaborano:

AIFA, AMSI (Associazione Medici di origine Straniera in Italia), ANP CIA (Associazione nazionale Pensionati della Confederazione Italiana agricoltori), AUSER, COMAI (Comunità del Mondo Arabo in Italia), FEDERFARMA, FIMMG, FOFI, INMP (Istituto Nazionale per la promozione della salute delle popolazioni Migranti e per il contrasto delle malattie della Povertà ), IPASVI, SIFO, SIGG (Società Italiana Gerontologia e Geriatria), SIMG, SPI – CGIL, UMEM (Unione Medica Euro-Mediterranea).

Per saperne di più consultate il sito Internet di #IoEquivalgo, dove trovare: