LA RIABILITAZIONE PER I LAVORATORI INFORTUNATI E’ PIU’ FACILE IN EMILIA ROMAGNA

Regione Emilia-Romagna e Inail (Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro) hanno firmato un accordo triennale per facilitare i percorsi di riabilitazione dei lavoratori che hanno subito infortuni o malattie professionali.

Si tratta del primo accordo di questo tipo in Italia tra una Regione e l’Inail ed ha l’obiettivo di velocizzare l’erogazione delle prestazioni, incidendo sui tempi di attesa, per un rapido reinserimento socio-lavorativo degli infortunati. La novità dell’accordo è l’utilizzo della ricetta medica del Servizio sanitario da parte dei medici Inail i quali prescrivono direttamente la visita specialistica, evitando il passaggio dal medico di base, necessaria all’avvio della terapia in modo da favorire l’erogazione tempestiva delle prestazioni ai lavoratori infortunati. La Regione si impegna, attraverso le aziende sanitarie, a stipulare accordi con le direzioni territoriali Inail per l’integrazione dei sistemi Cup di prenotazione delle visite.

Le prestazioni riabilitative per un infortunio o una malattia professionale inserite nei Livelli essenziali di assistenza (Lea) e prescritte sul ricettario regionale sono a carico del Servizio sanitario, mentre quelle integrative Lia (Livelli integrativi di assistenza, per esempio idromassoterapia, ginnastica vascolare in acqua, linfodrenaggio manuale) sono a carico dell’Inail.